venerdì , 20 Maggio 2022

Assolavaggisti: illustrato le linee programmatiche del programma di lavoro 2022

La Presidente nazionale di Assolavaggisti Confesercenti, Roberta Innocenti, coadiuvata dai Vice Presidenti nazionali, Mariano Acquafresca di Torino e Alessandra Morelli di Faenza, ha aperto l’incontro della Presidenza dell’associazione lavaggisti illustrando il programma di lavoro per l’anno 2022.

Il dibattito che ne è scaturito, ha permesso l’individuazione di alcuni obiettivi condivisi e ripresi dalla Presidente nelle conclusioni.

La Presidenza di Assolavaggisti Confesercenti, nel prendere atto che ci stiamo dirigendo fuori dall’emergenza sanitaria grazie all’impegno di tutto il Paese, delle istituzioni e della sanità, rileva che la categoria ha faticosamente, con impegno e investimenti, retto alla crisi che ne è derivata, assicurando la continuità di un servizio di sanificazione non solo molto utile, ma a volte necessario alla clientela fatta dalle persone e dalle aziende che operano nel mercato del trasporto pubblico, delle merci e dei servizi.

La Presidenza nazionale conferma la volontà di andare all’Assemblea generale della categoria, e di lavorare per sostenere un processo di qualificazione imprenditoriale del settore.

A questo scopo ha deciso di intraprendere, attraverso percorsi formativi/professionali diretti agli associati, momenti di approfondimento sui temi ambientali e della sicurezza nei luoghi di lavoro, che hanno subito un’importante evoluzione per effetto delle linee guida operative scaturite a seguito della pandemia; così come su aspetti fiscali, con l’accelerazione dei processi digitali in atto; di affrontare in chiave associativa il tema dei costi dell’energia, che hanno subito una escalation dovuta alla ripresa dei consumi post-covid e dalla crisi ingenerata dal conflitto che ha visto la Russia invadere l’Ucraina, ponendo un serio problema di logistica e di costi alle aziende.

La Presidenza, in questa ottica, ha deciso di assumere forti iniziative unitarie nazionali, volte a denunciare e contrastare processi di dequalificazione del settore, di concorrenza sleale, nel pieno rispetto delle norme che regolano il comparto e più in generale di difesa dell’ambiente, che resta un elemento che dovrà sempre più caratterizzare questo servizio. Su questo punto si è deciso di ricercare collaborazioni e partnership anche con altre realtà associative del mondo ambientalista e dell’associazionismo civico e consumeristico.

Le iniziative che Assolavaggisti assumerà, anche in modo unitario con altre istanze rappresentative degli interessi generali e diffusi, sia di denuncia che di promozione delle eccellenze dovranno essere accompagnate anche da una più dinamica forma di comunicazione attraverso il sito istituzionale, ma anche i social media, divenuti sempre più indispensabili a rafforzare azioni di marketing associativo/professionale.